l benefici economici

rn

Alla adozione di SGSL sono associati dei benefici economici per l’azienda. In questa sede tralasceremo i vantaggi associati alla riduzione degli infortuni in termini di costi diretti (fermo impianto,spese legali ecc.), per concentrarci sui benefici legati ad aspetti assicurativi.nnIn prima istanza occorre ricordare che, in applicazione degli articoli 22 e 23 del Decreto 12 dicembre 2000, il tasso assicurativo INAIL di un’azienda varia in funzione dello scarto tra il proprio andamento infortunistico e quello della media nazionale del settore di riferimento. La misura dell’oscillazione varia in rapporto all’entità dello scarto tra i valori aziendali e quelli nazionali e alla dimensione aziendale.nnAl tempo stesso è possibile ottenere un’ulteriore riduzione del tasso assicurativo con la cosiddetta “oscillazione per prevenzione” (art. 24 del Decreto 12 dicembre 2000) . La riduzione si richiede annualmente con un’apposita istanza nella quale si dichiara l’adozione di una serie di misure di prevenzione e protezione specifiche e aggiuntive rispetto al quadro degli adempimenti cogenti. L’adozione dei SGSL rientra tra le attività finanziabili con questo tipo di richiesta e può quindi comportare un risparmio immediato a livello tariffario. L’entità della possibile riduzione del tasso è pari al 1O% per aziende fino a 500 operai/anno e si riduce al 5% per le aziende più grandi. Questo significa che il risparmio per aziende a rischio di una certa dimensione (edilizia, trasporti ecc.) può facilmente raggiungere l’ordine delle decine di migliaia di euro all’anno. Si tratta di una misura importante ma poco utilizzata dalle aziende per una serie di motivi che esulano dallo scopo di questo articolo. In particolare si ritiene che sia troppo poco conveniente per le piccole e piccolissime imprese che costituiscono la maggior parte del tessuto produttivo italiano.nnÈ quindi sentita da più parti l’esigenza di incentivare con misure ancora più decise i comportamenti delle aziende virtuose dal punto di vista dell’igiene e della sicurezza. Una variazione molto significativa del quadro di cui sopra è stata approvata il 21 aprile u.s. con la delibera 79/2010 dell’INAIL che è attualmente all’attenzione dei Ministeri vigilanti che hanno il compito di darle attuazione con un provvedimento legislativo. nnSe è quindi vero che l’adozione di un SGSL comporta una riduzione del rischio di avere infortuni e malattie professionali nella propria azienda, questa diminuzione può essere verificata e concretizzata con la riduzione di un’importante voce di costo.

rn