L’importanza dei “permessi di lavoro

rn

Uno dei punti qualificanti di una “procedura di lavoro” in ambienti confinati è, senza dubbio, il “Permesso di lavoro”, o “Autorizzazione al lavoro”. In pratica, si tratta di un formale “via libera” all’inizio dei lavori, dopo che sia stata verificata l’attuazione di tutte le misure preventive e di sicurezza.nnDa un punto di vista tecnico, il “Permesso di lavoro” è uno strumento organizzativo volto ad assicurare che tutti gli elementi del “sistema sicurezza” siano stati messi in atto prima che ai lavoratori venga permesso di entrare e/o lavorare negli ambienti confinati. Il “Permesso” è altresì uno strumento di comunicazione tra il datore di lavoro, il preposto e i lavoratori.nnnnElementi essenziali di un “Permesso di lavoro” sono, tra gli altri:nn•la chiara identificazione della figura professionale e gerarchica che autorizza quel particolare lavoro (con eventuali limiti di responsabilità) e di quella che ha la responsabilità della messa in opera delle misure preventive e di sicurezza (confinamento area, verifica condizioni aria, verifica DPI, collaudo attrezzature etc.). Queste due figure potrebbero anche coincidere, specie nelle piccole realtà;nn•l’individuazione dei vari soggetti interessati all’attività (committente, appaltatore etc.) con definizione degli esatti nominativi, dei ruoli e delle responsabilità;nn•la chiara indicazione dei lavoratori incaricati di eseguire i lavori;nn•l’eventuale necessità di un costante monitoraggio dei lavori, sia strumentale che umano.

rn