Determinazione dell’indice di attenzione dei rischi

rn

Dopo aver eliminato o ridotto al minimo i rischi ed in base alle attività svolte da ogni gruppo omogeneo di lavoratori, sono stati individuati tutti i rischi residui ai quali i lavoratori sono esposti. Ai rischi residui è stato attribuito un “valore” in funzione del tempo di esposizione al rischio e della gravità del possibile danno. Tale “valore”, riportato nella scheda di gruppo omogeneo nella sezione “VALUTAZIONE RISCHI”,è denominato indice di attenzione (I.A.) e varia da 0 a 5 con il seguente significato:nn nn0. Inesistente nn1. Basso nn2. Significativo nn3. Medio nn4. Rilevante nn5. Alto nnNei casi individuati dalla norma e a partire dall’indice di attenzione “3” è stata prevista la sorveglianza sanitaria obbligatoria dei lavoratori, salvo i casi in cui sia stata disposta dall’organo di vigilanza o dal medico competente anche se tale indice risulta inferiore a “3”. 

rn