IL MANUALE

rn

L’obiettivo di questa pubblicazione è di guidare le imprese nella redazione del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) e del Piano Operativo di Sicurezza (POS) o, qualora richiesto, del Piano di Sicurezza Sostitutivo (PSS).Il modello proposto consente alle imprese edili di redigere o rielaborare il proprio DVR ai sensi dell’art. 28 del D.Lgs. 81/2008 . Per completare i contenuti del modello occorre utilizzare le “schede bibliografiche di riferimento” e le schede di gruppo omogeneo (SGO) di lavoratori . Le ricerche effettuate nel tempo dal CPT di Torino hanno consentito l’elaborazione di elementi utili, qui contenuti, per la valutazione dei rischi.nnQuesti elementi sono costituiti:nn• dall’albero delle attività” del comparto edile e dalle “tabelle di analisi e valutazione dei rischi”,utili, queste ultime, per individuare in linea di massima i rischi cui i lavoratori possono essere esposti;nn•dalle “schede bibliografiche di riferimento”, che costituiscono la parte operativa del manuale e, una volta adattate alla realtà aziendale, del DVR dell’impresa. Il manuale offre la possibilità di redigere le schede dei lavoratori appartenenti a gruppi omogenei proponendo il modello di scheda e le istruzioni per la redazione; le schede rappresentano il “cuore” del DVR e la “fotografia” delle attività svolte da ogni lavoratore e dei conseguenti rischi a cui è esposto . Ogni datore di lavoro deve elaborare le SGO dei propri lavoratori, attraverso una diligente, puntuale e corretta valutazione dei rischi, con l’attenta consultazione delle istruzioni e con l’uso del “foglio di calcolo”, presente nel CD-ROM allegato, utile per determinare il livello di esposizione ai rischi rumore e vibrazioni . Le SGO proposte nei precedenti manuali del CPT di Torino possono ancora essere utilizzate,indicativamente, per individuare le attività svolte in genere dai lavoratori del settore edile e i principali rischi a cui sono esposti. Resta tuttavia inteso, come già detto, che l’elaborazione delle SGO è di totale competenza del datore di lavoro . Rispetto al manuale divulgato nel dicembre 2008 “La valutazione dei rischi nelle costruzioni edili” questa pubblicazione presenta, per le parti attinenti (come ad esempio il modello di DVR e il “foglio di calcolo”), alcune variazioni. E’ indispensabile consultare il file “variazioni edizione 2009.pdf”, contenuto nel CD-ROM in dotazione alla presente pubblicazione, per verificare se è necessario apportare correzioni al proprio DVR . Il DVR ha un ruolo fondamentale per una corretta e ordinata valutazione dei rischi e costituisce la base di partenza per la redazione dei POS e, quando necessario, dei PSS . Il modello di POS proposto nel presente manuale risponde ai contenuti minimi previsti dall’Allegato XV del D.Lgs. 81/2008 ed è stato elaborato in ottemperanza alle disposizioni del medesimo decreto, in base alle quali il POS è il documento che il datore di lavoro dell’impresa esecutrice redige, in riferimento al singolo cantiere, ai sensi dell’art. 17 comma 1 lettera a) relativo all’obbligo di valutazione di tutti i rischi . In base al D.Lgs. 81/2008, il PSS è il piano di sicurezza sostitutivo del Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC) (art. 131, comma 2, lettera b) del D.Lgs. 163/2006 e successive modifiche; “Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE”): in pratica, nei cantieri relativi ad appalti pubblici in cui è prevista la presenza di un’unica impresa, ossia in assenza del PSC, questa deve redigere il PSS. Tale documento deve contenere gli stessi elementi del PSC, a esclusione della stima dei costi della sicurezza, ed è integrato con i contenuti del POS: il modello di PSS proposto nel presente manuale risponde a tali disposizioni normative. Il modello è utilizzabile anche per appalti privati in cui operi una sola impresa, poiché essa ha l’obbligo di redigere un POS che, ai sensi dell’art. 17 del d.lgs. 81/2008, deve tenere conto di tutti i rischi, in questo caso anche quelli che sono di competenza del Coordinatore per la progettazione (CSP), quando è nominato.

rn