LE SCHEDE BIBLIOGRAFICHE DI RIFERIMENTO

rn

Le schede bibliografiche di riferimento sono schede di analisi, valutazione e successiva individuazione delle misure di prevenzione e protezione, in ordine a tutti i rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori riscontrabili nei luoghi di lavoro e durante le attività lavorative dell’impresa; esse sono state realizzate secondo il seguente schema logico:nn1. analisi dei luoghi di lavoro e delle attività svolte;nn2. individuazione e valutazione di tutti rischi presenti nei luoghi di lavoro, derivanti dalle attività svolte, dovuti all’uso delle dotazioni di lavoro e alla presenza e/o uso di agenti pericolosi;nn3. individuazione di tutte le misure di prevenzione e protezione da attuare, quali:nna) misure tecniche di prevenzione e protezione specifiche per ogni singolo rischio individuato;nnb) istruzioni per gli addetti;nnc) procedure di emergenza;nnd) dispositivi di protezione individuale;nne) sorveglianza sanitaria;nnf) informazione, formazione ed addestramento;nng) segnaletica di sicurezza.nnIn funzione delle caratteristiche dell’impresa sono state utilizzate, e all’occorrenza adattate, le necessarie schede suddivise dal CPT di Torino secondo il seguente schema: nn• Luoghi, locali, e posti di lavoronn- Attività fisse – Sicurezza generalenn- Organizzazione del cantierenn- Sicurezza di fase nn• Dotazioni di lavoronn- Opere provvisionalinn- Macchinenn- Utensilinn- Attrezzaturenn- Equipaggiamento elettrico delle macchine e degli utensilinn- Dispositivi di protezione individuale (DPI)nn• Altre schede bibliografichennSi riporta qui di seguito, in modo più esplicativo, come sono state realizzate le singole tipologie di schede bibliografiche e quali sono i contenuti. nn

rn