sgsl

sistema di gestione

Sistema di Gestione della Sicurezza sul Lavoro

Un sistema di gestione sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro (SGSL) è un sistema organizzativo aziendale redatto su base volontaria, finalizzato a garantire il raggiungimento degli obiettivi di salute e sicurezza sul lavoro, attraverso la massimizzazione dei benefici e la riduzione dei costi. Le norme di riferimento volontarie per l’adozione di un sistema SGSL sono le Linee Guida UNI-INAIL (2001) o il British Standard OHSAS 18001:2007, così come disciplinato anche nell’Articolo 30, comma 5 del Decreto Legistativo 81/08. Il modello di organizzazione e gestione idoneo ad avere efficacia esimente dalla responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle organizzazioni anche prive di personalità giuridica (di cui al D.Lgs. 231/01) deve essere adottato ed efficacemente attuato, assicurando un sistema aziendale per l’adempimento di tutti gli obblighi giuridici relativi. In aggiunta alla responsabilità della persona fisica che realizzi un fatto illecito in ambito lavorativo, il D.Lgs. 231/2001e la Legge n.146/2006 hanno introdotto la responsabilità in sede penale degli Enti per alcuni reati commessi, nell’interesse o a vantaggio degli stessi, da persone che rivestono funzioni di rappresentanza, amministrazione o direzione dell’ente o di una sua organizzazione dotata di autonomia finanziaria o funzionale e da persone sottoposte alla direzione o alla vigilanza di uno dei soggetti sopra indicati. Tra i reati identificati dal legislatore figurano anche ii Reati contro la salute e la sicurezza sul lavoro  ed è proprio attraverso l’adozione di Modelli di Organizzazione e di Gestione MOG, che si possono prevenire questi reati. (efficacia esimente)

La certificazione di un SGSL è un’operazione secondo la quale un ente di parte terza (detto Organismo di Certificazione) verifica che il Sistema adottato sia stato implementato conformemente agli standard di gestione scelti per la realizzazione del Sistema stesso. In questo ambito l’unica norma di riferimento è la OHSAS 18001. Pertanto l’eventuale certificazione del Sistema (assolutamente volontaria e che comporta comunque ulteriori spese) può essere fatta solo realizzando il Sistema secondo lo standard OHSAS. La certificazione del Sistema, comunque, non deve risultare l’obiettivo unico per l’adozione di un modello di gestione, ma deve rappresentare uno strumento in più per dimostrare l’impegno aziendale nel campo della salute e sicurezza.

I vantaggi legati alla certificazione possono essere sintetizzati in:

  • controlli periodici imposti dalla certificazione (svolti da verificatori indipendenti)  che possono assicurare una maggiore efficacia del modello nella prevenzione degli incidenti;
  • offrire una maggiore evidenza degli sforzi organizzativi sopportato dal datore di lavoro per realizzare un sistema efficacemente adottato.

Gli svantaggi sono riassumibili in:

  • un relativo aumento delle regole aziendali dovuto alle procedure “di sistema” ovvero quelle necessarie al funzionamento e al mantenimento della Certificazione;
  • un aumento del costo diretto per il mantenimento del Certificato (Ente, personale coinvolto).