SICURWEB NORMA UNI 9612-2011 TASK METHOD

Modulo rumore-sicurweb

Lo standard ISO 9612 (“Acoustics Guidelines for the measurement and assessment of exposure to noise in a working environment”), riguarda specificatamente il rumore in ambiente di lavoro e meglio si adatta alla valutazione del rischio rumore negli ambienti di lavoro.
Una stima dell’incertezza associata al valore misurato o calcolato di una grandezza è un elemento essenziale in quanto rende possibile controllare la ripetibilità di una misura, e rende significativo il confronto tra i risultati di misure effettuate da diversi soggetti nelle stesse condizioni di misura.
Viene definita incertezza sulla quantità y la quantità e(y) data dalla deviazione standard della distribuzione di probabilità dei valori assunti dal risultato della misura di y. Vanno calcolate separatamente tre tipi di incertezze:
· una componente di tipo “strumentale”;
· una di tipo“ambientale”, dovuta alla incompleta campionatura della distribuzione dei livelli sonori;
· una componente “temporale” dovuta alla variabilità dei tempi di esposizione.
Secondo la UNI EN ISO 9612 le misurazioni possono essere effettuate utilizzando i seguenti tipi di strumentazione:
· misuratore personale di esposizione sonora (dosimetro) indossato dal lavoratore soggetto della valutazione di esposizione sonora.
· fonometro integratore (classe 1 o 2) in posizione fissa o tenuto in mano mentre si segue un lavoratore in movimento.
La taratura del calibratore e del sistema strumentale deve essere eseguita ad intervalli non maggiori di due anni.
La strumentazione deve essere idonea a rilevare il livello sonoro continuo equivalente ponderato A e il livello sonoro di picco ponderato C e, ai fini della verifica dell’efficienza dei dispositivi di protezione individuali ai sensi della norma UNI EN 458 (argomento non trattato nella UNI EN ISO 9612), deve essere idonea alla rilevazione di una delle seguenti grandezze: livello sonoro continuo equivalente ponderato C e analisi in frequenza.

SICURWEB, nel modulo RUMORE, ha sviluppato totalmente on line il metodo basato sui compiti, l’utente potrà inserire direttamente i rilievi fonometrici semplicemente collegandosi al sistema.

Per ogni compito si potranno inserire le misurazioni effettuate e la durata in ore, il sistema calcola:

  • incertezza standard dovuta al campionamento del livello di rumore dei compiti m
  • incertezza standard dovuta alla strumentazione usata per i compiti;
  • incertezza estesa
  • livello di esposizione 
  • classe di rischio 
  • misure di tutela.

Tale valutazione potrà essere stampata come singola scheda oppure sarà possibile stampare l’intero documento stile DVR.

La misurazione basata sui compiti è più utile quando il lavoro può essere diviso in compiti ben definiti con condizioni di rumore chiaramente individuabili durante le quali è possibile effettuare le misurazioni.
In ogni compito, il lavoro deve essere simile e il livello di rumore ripetitivo e rappresentativo.
Per ogni compito rappresentativo dell’esposizione deve essere effettuata la misurazione.
La durata di ogni misurazione deve essere sufficientemente ampia per rappresentare il livello di pressione sonora continuo equivalente del compito svolto. Se la durata dell’attività risulta più breve di 5 minuti, la durata di ogni misurazione deve essere uguale alla durata dell’attività stessa. Per attività di più lunga durata, ogni misurazione deve durare almeno 5 minuti.
Per ogni compito si devono eseguire almeno 3 misurazioni.