22 Novembre 2018

VDT e Posture

VALUTAZIONE RISCHI UTILIZZO VIDEOTERMINALI

Ai fini dell’analisi del rischio vengono prese a riferimento le linee guida “Uso di attrezzature munite di videoterminali” del Coordinamento Tecnico per la Prevenzione degli Assessorati alla Sanità delle Regioni e Provincie Autonome di Trento e Bolzano che, in base ad un’analisi semplificata dei posti di lavoro, consente di verificare l’adeguatezza ai requisiti minimi riportati nell’allegato XXXIV del D. Lgs. 81/08 e s.m.i.

PRINCIPALI FUNZIONALITA’

Per le seguenti sezioni, è presente una lista di controllo in cui sono riportati i requisiti di adeguatezza, se il requisito viene rispettato sarà necessario dare una risposta positiva, se il requisito non viene rispettato la risposta sarà negativa e sarà assegnato un punteggio.

  • Analisi attrezzature
  • Analisi ambiente
  • Analisi elaboratore/uomo
  • Calcolo della classe di rischio in base alla percentuale di adeguatezza riscontrata dalle liste di controllo suddette.
  • Stampa DVR VDT

VALUTAZIONE CARICO POSTURALE NEL LAVORO SEDENTARIO

La valutazione prenderà in esame la postura assunta dalle seguenti parti del corpo: testa, tronco, spalle, braccia, gambe e piedi. Ogni parte del corpo sarà analizzata secondo una serie di parametri posturali. Tali parametri sono ripartiti in tre livelli.

Ai fini dell’analisi del rischio è stato adottato il Test di Ergonomia-Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario del SUVA, che consente di valutare se si ha un carico posturale elevato durante un’attività sedentaria e quali misure bisogna adottare in questi casi. Il metodo si applica a tutte le attività che implicano almeno un’ora di lavoro sedentario senza cambiamento significativo della postura.

PRINCIPALI FUNZIONALITA’

  • Analisi posture, variazione rispetto alla postura corretta per:
  1. posizione della testa
  2. posizione del tronco
  3. posizione delle spalle
  4. posizione delle gambe
  5. posizione dei piedi
  • Analisi fattore tempo: la postura si riferisce ad un’attività prevalente senza il passaggio ad altre attività o ad un’attività secondaria intervallata da altre attività.
  • Calcolo sollecitazione con valutazione delle singole parti del corpo
  • Stampa DVR