edilizia

Cantiere edile

L’uomo ha cercato, fin dalle sue origini, di trovare soluzioni sempre migliori ai problemi che gli si presentavano. Grazie alle nuove scoperte, alle invenzioni e alle innovazioni che si sono susseguite nei secoli, è stato possibile un continuo sviluppo di tecniche e pratiche che hanno reso possibile raggiungere obiettivi sempre più importanti in diversi settori Leggi di piùCantiere edile[…]

sicurweb 964

Sicurweb 9.6.4

NUOVO MODULO CANTIERI-POS Archivio lavorazioni e fasi lavorative di cantiere complete di rischi, DPI, misure preventive, macchine, attrezzature, ecc. Archivio macchine e sostanze, con scheda tecnica, rischi, DPI , misure preventive Archivio opere provvisionali, con scheda tecnica, rischi, DPI , misure preventive Anagrafica delle imprese e dei committenti Anagrafica dei tecnici, figure e ruoli di Leggi di piùSicurweb 9.6.4[…]

DPI, ovvero Dispositivi di Protezione Individuale, sono attrezzature e strumentazioni che hanno l'obiettivo di ridurre al minimo i danni derivanti dai rischi per la salute e sicurezza sul lavoro.

USO E MANUTENZIONE DEL DPI

L’individuazione dei DPI e la fornitura degli stessi non esauriscono i compiti a carico del Datore di Lavoro in merito alla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori, come appare evidente dalla lettura del comma 4 dell’articolo 77 che richiama la necessità di predisporre un adeguato sistema di gestione dei dispositivi. In particolare la normativa Leggi di piùUSO E MANUTENZIONE DEL DPI[…]

D.P.I. (Dispositivi di Protezione Individuale): cosa sono, quando si usano i DPI, come si classificano e quali sono gli obblighi previsti dal D.lgs. 81/08

USO DPI

Una volta selezionato il DPI è necessario procedere prima della sua individuazione e adozione ad una valutazione dei possibili rischi connessi al suo utilizzo. Il punto 4 dell’Allegato VIII del D. Lgs. 81/08 fornisce degli schemi di riferimento che mettono in evidenza alcune criticità legate al DPI e all’uso dei DPI in riferimento ai quali Leggi di piùUSO DPI[…]

il ricorso al dispositivo di protezione individuale riveste nell’ambito più ampio della gestione della prevenzione. Il datore di lavoro valuta i rischi e, se non li può eliminare, li riduce al minimo alla fonte attraverso misure di prevenzione e misure di protezione collettiva; se, alla fine di questo percorso, esiste ancora un rischio residuo procede all’individuazione dei dispositivi di protezione necessari.

Il controllo del rischio residuo

Spesso il ricorso alla protezione personale dei lavoratori risulta essere il primo, e a volte l’unico, intervento di “controllo del rischio” attuato nelle imprese, evidenziando così un percorso errato di approccio alla gestione della sicurezza e della salute in cui la valutazione si riduce al semplicistico passaggio dall’identificazione dei pericoli all’individuazione dei DPI. E’ quindi Leggi di piùIl controllo del rischio residuo[…]

Il d.lgs. 9 aprile 2008, n. 81 “Attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro”, prevede nell’art. 30, comma 5 bis la definizione da parte della Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro di procedure semplificate per la adozione e la efficace attuazione dei modelli di organizzazione e gestione della salute e sicurezza nelle piccole e medie imprese.

Modelli di organizzazione e gestione (MOG)

Il d.lgs. 9 aprile 2008, n. 81 “Attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro”, prevede nell’art. 30, comma 5 bis la definizione da parte della Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro di procedure semplificate per Leggi di piùModelli di organizzazione e gestione (MOG)[…]

Obblighi di legge Corretto uso dei mezzi di protezione collettivi Va individuato per attività di vigilanza da parte del datore di lavoro

D.L. 146/2021

Modifiche al D.Lgs. 81/08 PREPOSTO VIGILIA SU: Obblighi di leggeCorretto uso dei mezzi di protezione collettiviVa individuato per attività di vigilanza da parte del datore di lavoro SE RILEVA COMPORTAMENTI NON CONFORMI: Obbligo di interventoInterruzione attività ATTIVITÀ IN APPALTO:Indicare al committente il personaleindividuato come preposto FORMAZIONE PREPOSTO• Aggiornamento almeno biennale• Attività formative in presenza• Aggiornamento Leggi di piùD.L. 146/2021[…]

PREZZO: IL COSTO DELLA REDAZIONE DEL PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA DIPENDERA' DALLA QUANTITA' E COMPLESSITA' DELL'ANALISI DELLE FASI LAVORATIVE, ATTREZZATURE E MACCHINARI CHE CI RICHIEDERETE SIANO ANALIZZATE E PRESENTI NEL DOCUMENTO. INDICATIVAMENTE IL PREZZO VARIA DAI 90,00 EURO IN SU'.

il POS

Chi deve redigere il POS? Il compito di redigere il POS spetta al datore di lavoro. Il documento deve riportare necessariamente una serie di informazioni e contenuti minimi, relative al cantiere nel quale opera l’impresa e valutazioni precise dei rischi ai quali sono sottoposti i lavoratori. Il Piano Operativo di Sicurezza (POS), è il documento che il DL deve redigere prima di iniziare Leggi di piùil POS[…]

Il cruscotto aziendale gestisce tutto il processo dalla creazione dell’azienda alla gestione dei dipendenti fino all’organizzazione del lavoro e la gestione dei report.

SISTEMA SOFTWARE CLOUD PER IL PROFESSIONISTA

SICURWEB/ERUDIO: SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATA Sicurweb/Erudio propone un valido strumento per l’applicazione della SICUREZZA 81, GDPR PRIVACY, HACCP, QUALIFICAZIONE DEI FORNITORI E GESTIONE APPALTI, E-LEARNING, VIDEOCONFERENZA, STRESS, MEDICINA DEL LAVORO, GESTIONE CANTIERI, P.O.S., MANUTENZIONE MACCHINE, GESTIONE ANTINCENDIO, M.O.G., SGSL, CALENDARI, SCADENZARI. La Soluzione Web Cloud per i liberi professionisti. Tale sistema software risulta composto da Leggi di piùSISTEMA SOFTWARE CLOUD PER IL PROFESSIONISTA[…]